Il basket non è mai stato così dolce: Di Stefano sponsor di Fortitudo Agrigento

Di Stefano partner di Fortitudo Agrigento - 4

Il basket non è mai stato così dolce: Di Stefano sponsor di Fortitudo Agrigento

Uno stile di vita sano ed equilibrato richiede un impegno su diversi fronti: alimentazione, lavoro, sport. 

In Di Stefano realizziamo dolci artigianali da tre decenni, quindi sappiamo bene come mantenerci in forma, dopo qualche fetta di panettone in più. Inoltre, crediamo nei valori della collaborazione, dell’impegno e della passione.

Per questo motivo, siamo diventati sponsor di Fortitudo Moncada Agrigento, la squadra maschile di basket della città, militante nel girone ovest della Serie A2. A partire dal 2011 a oggi, allenata dal coach Franco Ciani, ha ottenuto due promozioni e ne ha sfiorata una in Serie A nel giugno 2015, vincendo anche una Coppa Italia di B.

Oggi rappresenta un’importante e rispettata realtà a livello nazionale, portando in alto il nome di Agrigento. Una squadra che mette in campo energia, qualità, serietàtre valori che ha in comune con noi – nonché un grande senso di appartenenza verso il territorio. Un roster composto da ragazzi di grande talento, ma soprattutto dalle importanti qualità umane.

Ma vogliamo essere sinceri: il principale motivo che ci ha spinti a questa sponsorship è la dolcezza dei giocatori della Fortitudo. Non in senso metaforico: mentre loro assaggiavano i nostri panettoni (in particolare quelli Cioccolato di Modica, Mela, Pera e Cioccolato, Pistacchio, Semplice Siciliano), noi abbiamo assaggiato loro. Accorgendoci che, oltre ad essere bravi in campo, sono anche buoni fuori dal campo.

Perciò, che siate agrigentini, siciliani, o semplicemente appassionati di sport, fate come loro: dopo una partita o una sessione di allenamento, rifocillatevi con una fetta di panettone Di Stefano. Non ve ne pentirete.

[Ringraziamo per la collaborazione i quattro giocatori protagonisti dello shooting fotografico: Albano Chiarastella (il capitano)Rino De Laurentiis, Andrea Saccaggi, Kelvin Martin. E anche quel signore con i baffi che si aggira fra loro, Enzo Di Stefano]

Lascia una risposta